PESANTE SCONFITTA PER I GIAGUARI

29/04/2017

Il campionato altalenante e ricco ogni volta di nuove difficoltà dei Giaguari Torino continua il suo leit motiv, e la partita contro i Seamen Milano non fa eccezione: dopo la bella vittoria di sabato scorso contro i Dolphins Ancona, infatti, è arrivata una sonora sconfitta per i ragazzi di coach Merola, piegati dagli avversari con un netto 42-7.

L’impegno sulla carta era di quelli proibitivi ben prima del kickoff, ma gli auspici sono diventati ancora più negativi alla vigilia dell’incontro, quando i giallo neri hanno saputo di dover rinunciare al loro giocatore offensivo finora più efficace: Lou Cotrone, infatti, è stato sospeso dalla commissione antidoping per un controllo effettuato qualche settimana fa al termine di un allenamento.

La notizia ha sicuramente avuto impatto sulla squadra, che ha fin dall’inizio dell’incontro dimostrato di non avere grande sicurezza.

I Seamen hanno così impiegato poco più di un quarto a risolvere la pratica, andando in vantaggio per 13-0 in pochi minuti ed arrivando all’half time sul 35-0.

Andrea Morelli, messo costantemente sotto pressione dalla difesa milanese, ha lanciato 4 intercetti nel solo primo tempo, di cui uno riportato in touchdown ed un altro a pochi centimetri dalla endzone torinese. Senza Cotrone il running game ne ha risentito, e nonostante gli sforzi di Sean Vaughan e degli altri giovanissimi runningback giallo neri non si è mai riusciti a trovare un minimo di ritmo in attacco, mentre la difesa ha dovuto difendere troppe volte con le spalle al muro.

Il secondo tempo si gioca per onor firma, entrano in campo molte riserve da entrambe le parti e nel finale, sul 42-0 per i Seamen, arriva l’unico lampo della serata per i Giaguari: il giovanissimo Robaldo mette a segno un bell’intercetto, portando palla fin sulle 10 avversarie: è poi Scaramuzza dalle mani di Morelli a raccogliere il passaggio che permette ai Giaguari di segnare il punto della bandiera.

Per la serie “piove sul bagnato”, da segnalare l’infortunio occorso nel terzo quarto a Vaughan: non è ancora sicura l’entità, ma è probabile che anche il runningback gallese abbia concluso la sua stagione in giallo nero. Dal punto di vista import, il 2017 non è certo l’anno più fortunato per la squadra del presidente Cecchi.

Ora il Giaguari vedono tornare negativo il proprio record, ma le possibilità di playoffs, nonostante tutto, rimangono più o meno inalterate anche dopo questa sconfitta.

Fondamentale sarà la prossima partita, quella a Roma contro i Marines Lazio, contro i quali sarà una sorta di spareggio anticipato per il sesto posto.

Non c’è dunque tempo per rimpiangere ciò che è stato o per farsi abbattere dalle difficoltà, perché ora più che mai è il momento di tirare fuori gli artigli e lottare (sportivamente parlando) con tutte le forze.