GIAGUARI UNDER 16 E 19: MISSIONE COMPIUTA. TANTO DIVERTIMENTO NEL PRIMO BOWL UNDER 13

26/11/2018

Le giovanili dei Giaguari Torino fanno il pieno contro i pari età dei Rhinos Milano e centrano gli obiettivi prefissati.

Per la Under 16 di coach Franz Gerbino si trattava di continuare a mantenere l’imbattibilità in vista dei playoffs, e nonostante l’emergenza nella posizione più delicata del roster, quella di quarterback, la pratica Rhinos viene chiusa già nel primo tempo.

In cabina di regìa, con il titolare Andrea Serra, il suo backup naturale Federico Fregnan e il linebacker “convertito” Jacopo Pochettino tutti fuori per infortunio, il coaching staff ha optato per un’alternanza tra due ricevitori: Alessandro Fiore e Riccardo Foglio, che hanno giocato un  tempo a testa.

Per Alberto Licari, ancora una volta MVP della giornata, non sembra far differenza quale compagno gli recapiti l’ovale: nel solo primo tempo va a segno tre volte su altrettante corse a lunga gittata, e realizza una trasformazione da due punti. Un’altra try da due di Foglio ed un ulteriore touchdown di Fiore consentono ai gialloneri di chiudere il primo tempo sul 28-0 e ipotecare di fatto la partita.

Nel secondo tempo c’è ancora spazio il quarto sigillo di Licari e per un touchdown difensivo, realizzato da David Cammareri su ritorno di intercetto, che fissano il punteggio finale sul 40-0.

Oltre al prolifico attacco da segnalare un’altra prova monstre della difesa torinese, che non solo ha mantenuto immacolata la propria end zone ma ha addirittura messo punti sul tabellone. Da questo punto di vista è stato sicuramente fondamentale il recupero di Riccardo Bianco, uno dei leader del reparto.

Ora ai Giaguari Under 16 resta solo un ostacolo da superare per terminare in maniera perfetta la regular season: il derby piemontese di ritorno contro i Blitz San Carlo, in programma domenica prossima a Balangero. Poi sarà tempo di concentrarsi sui playoffs.

Non è esagerato dire che sul piatto della sfida tra le formazioni Under 19 di Giaguari e Rhinos ci fosse l’intera stagione per entrambe.

I Giaguari erano a caccia del primo posto del girone, ma in caso di sconfitta si sarebbero potuti aprire scenari anche catastrofici, mentre i Rhinos dovevano assolutamente vincere per centrare la post season.

Ne è uscita una partita spettacolare, con continue alternanze al comando e risolta solo nei minuti finali: alla fine sono stati i gialloneri a prevalere, ma ai milanesi va l’onore e il merito di aver lottato fino alla fine.

In cronaca, nel primo quarto sono i Rhinos a passare in vantaggio grazie ad una corsa di Ines, ma prima della fine della frazione i Giaguari rispondono con Davide Delfino, imbeccato su lancio da Nicholas Dalmasso: il preciso calcio di trasformazione di Jacopo Caprioglio fa la differenza per dare ai suoi il vantaggio: 7-6.

Dopo il primo cambio di campo però Ines trova Boni nella endzone torinese, e Milano torna avanti. Sul finale di tempo è ancora un lancio di Dalmasso, che questa volta trova pronto all’appuntamento Luigi Scala, a permettere ai Giaguari di andare al riposo in vantaggio, sul 14-12.

Le emozioni più forti però devono ancora venire: nel terzo quarto infatti gli attacchi prendono il sopravvento, e con una precisa alternanza di colpi, come in una partita di tennis, i Rhinos violano la endzone torinese altre tre volte, con Boni e Ines (2), mentre i Giaguari vanno a segno con i due runningback, Tommaso Tenconi e Gabriele Orazi.

All’ultimo cambio di quarto sono così i Rhinos ad essere in vantaggio, per 30-27, ma i Giaguari, come altre volte in stagione, dimostrano di avere una maggiore tenuta atletica degli avversari, e sono in grado di mettere a segno l’uno due decisivo: due corse di Tenconi dànno ai gialloneri il massimo vantaggio di giornata: 39-30.

I mai domi Rhinos riescono ancora a trovare la forza di reagire, e vanno ancora a tabellino con Mattiocco,  ma manca davvero poco, e il disperato tentativo di recuperare l’ovale con un onside kick fallisce: la partita si chiude così sul 39-36 Torino.

Al fischio finale si scatena la festa per i ragazzi di coach Davide Peiroleri, che conquistano matematicamente il primo posto nel girone con un record di cinque vittorie ed una sola sconfitta.

Le fatiche di stagione regolare sono finite: adesso bisognerà aspettare l’esito delle partite in programma nell’ultimo turno per capire la composizione della griglia playoffs e conoscere il primo avversario da affrontare in post season.

L’intensa domenica di football per i Giaguari non si è però solo giocata al Primo Nebiolo: era infatti in programma, a Cernusco sul Naviglio, il primo Bowl della stagione per la squadra Under 13 guidata da coach Diego Piacentini.

Nella triplice sfida contro Daemons Martesana, Templari Ivrea e Rhinos Milano i piccoli Giaguari hanno rimediato una vittoria e due sconfitte, ma il risultato sportivo non toglie il sorriso dalle facce dei protagonisti e dei genitori sulle tribune: per la maggior parte dei ragazzi di trattava dell’esordio assoluto in partite ufficiali di football, e il divertimento in campo è stato il vero premio per tutti.

Dopo aver smaltito l’emozione della prima partita, persa per 20-0 contro i Daemons, i Giaguari hanno disputato un’ottima partita contro i Templari: nonostante la sconfitta finale (40-21) i torinesi hanno fatto vedere cose interessanti, e al riposo conducevano per 15-14. Nell’ultima partita è finalmente arrivata la vittoria: contro i Rhinos i Giaguari hanno condotto fin dall’inizio e infine vinto per 31-12.

Dopo questo primo Bowl in testa alla classifica ci sono i Daemons Martesana (3-0), seguiti dai Templari Ivrea (2-1), Giaguari Torino (1-2) e Rhinos Milano (0-3).

Il secondo e ultimo impegno è i programma domenica prossima in casa dei Templari Ivrea: al termine le prime due squadre classificate accederanno alla final-four di Firenze.

 

Foto by Monica Audoglio (under 16 e 19) e Barbara Redavid (under 13)